rss

Pensione anticipata

Assicurati con prima contribuzione anteriore al 1 gennaio 1996

A decorrere dal 1° gennaio 2012  il diritto alla pensione anticipata  si matura in modo diverso a seconda se si é lavoratore o lavoratrice:
 
 - alle donne  sono richiesti 41 anni e 1 mese di contributi
 - agli uomini  42 anni e 1 mese di contributi 

Non c'é differenza alcuna tra lavoratori dipendenti pubblici o privati e lavoratori autonomi.
I requisiti di anzianità contributiva vengono incrementati di un mese per l’anno 2013 e di un ulteriore mese a decorrere dall’anno  2014; saranno aumentati , inoltre, per effetto degli adeguamenti alla speranza di vita.
L'età di pensionamento per  la “pensione anticipata” é libera ma verrà praticata una riduzione sulla quota di pensione relativa all’anzianità contributiva maturata fino al 31.12.2011 se il pensionamento avverrà prima del compimento dell’età di 62 anni. 
La riduzione sarà dell'1% per i primi due anni mancanti ai 62 anni e verrà  elevata al 2% per i restanti anni mancanti a  60, tenuto conto  dell'età al momento del pensionamento.

Esempio:  un lavoratore nato a gennaio 1956  che vada in pensione ad agosto del 2014 , all’età di 58 anni e 6 mesi , 3 anni e 6 mesi prima del compimento dei 62 anni di età, avrà  l’importo di pensione maturato al 31.12.2011 ridotto nel modo seguente:

 - per i primi due anni mancanti ai 62 =    1% x 2       =   2%;
 - per l’ulteriore anno mancante         =    2% x  1      =   2%;
 - per le frazioni di anno (6 mesi)        =    2%  x 6/12 =   1%.

L’importo del trattamento  di pensione maturato sulla  base della contribuzione accreditata fino al 2011 sarà ridotto del 5%.

La tabella 1 riporta i  requisiti per la pensione anticipata.

Tab. 1 -Nuovi requisiti per il diritto alla pensione anticipata per tutti i lavoratori e tutte le lavoratrici dipendenti e per i lavoratori autonomi

I lavoratori dipendenti del settore privato che perfezioneranno “quota 96” nell'anno 2012 con almeno 60 anni di età ed almeno 35  anni di contributi potranno andare in pensione dal mese successivo a quello in cui compiono 64 anni di età.


Assicurati con primo contributo successivo al 31 dicembre 1995

Anche i lavoratori e le lavoratrici con primo accredito contributivo successivo al 1°gennaio 1996 potranno andare in pensione anticipata dal 1 gennaio 2012 , con almeno 42 anni e 1 mese di contributi , se uomo, o 41 anni e 1 mese, se donna.
Per essi, inoltre, viene introdotta una ulteriore possibilità di pensionamento anticipato a condizione che abbiano:

 - un'età anagrafica non inferiore a 63 anni;
 - almeno 20 anni di anzianità contributiva effettiva;
 - un importo di pensione maturato, alla decorrenza, di valore non inferiore a 2,8 volte l’ammontare dell'assegno sociale ( rivalutato periodicamente).

La tabella 2 riporta i requisiti richiesti per  questa tipologia di pensione anticipata.

Tab. 2 - Pensione anticipata per i lavoratori e le lavoratrici

Anno

Anzianità contributiva minima (anni)

Aumento speranza di vita   (mesi)

Età anagrafica (anni)

Età anagrafica minima con aumento (anni e mesi)

Importo minimo di pensione

2012

20

 

63

63

2,8 volte l’importo dell’Assegno sociale

2013

3

63 e 3

2,8 volte l’importo dell’Assegno sociale rivalutato

2014

 

63 e 3

2015

 

63 e 3