rss

Indennità di disoccupazione ASDI

L’Assegno di disoccupazione (ASDI)

In via sperimentale per l’anno 2015, sempre a partire dal 1° maggio, è stato istituito l’Assegno di disoccupazione (ASDI), con uno stanziamento di 200 milioni di euro per il 2015 e di 200 milioni per il 2016,  per fornire una ulteriore tutela di sostegno al reddito a quei lavoratori/trici che, dopo aver usufruito della NASpI, si trovino ancora senza occupazione e in condizioni di particolare disagio economico (rilevato con l’Isee). Tale misura è riservata a lavoratori/trici con figli minori e prossimi al pensionamento, senza i requisiti contributivi e anagrafici.

La durata massima dell’ASDI è di sei mesi ed è pari al 75% dell’ultimo trattamento NASpI. In ogni caso, l’importo dell’ASDI non può essere superiore a quello dell’assegno sociale. L’importo sarà incrementato per gli eventuali carichi familiari del lavoratore (assegni familiari).  

Il riconoscimento dell’ASDI è condizionato, pena la decadenza, alla disponibilità del lavoratore/trice a partecipare a corsi di formazione, di orientamento e di ricerca attiva di una nuova occupazione, proposti dai competenti Servizi per l’impiego.

Il decreto legislativo puntualizza che, esaurite le risorse stanziate, il sostegno economico non sarà più erogato.  

I lavoratori devono presentare domanda esclusivamente per via telematica all’Inps e per questo si possono rivolgere al patronato INCA.