rss

Pensioni


A luglio arriva la quattordicesima

Con la rata di pensione di luglio l’Inps provvederà al pagamento della quattordicesima ai pensionati che ne hanno diritto. Quest’anno, a seguito delle recenti modifiche introdotte dalla legge di bilancio 2017, l’Istituto ha provveduto a ridefinire le platee dei beneficiari, rammentando che la prestazione economica è corrisposta ai pensionati con almeno 64 anni e con un reddito complessivo individuale fino a un massimo di 2 volte il trattamento minimo annuo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti (per il 2016 il reddito massimo di riferimento è di 13.049,14 euro).

La legge di bilancio 2017, infatti,  ha previsto un aumento dell’importo per i titolari con una pensione pari o inferiore a 1,5 volte il trattamento minimo e l’estensione del beneficio a quelli  con assegni compresi fra 1,5 e 2 volte il trattamento minimo. Rispetto al 2016, l’allargamento dei requisiti ha aumentato il numero di beneficiari di 1,43 milioni di pensionati.

L’importo della quattordicesima varia in ragione dell’anzianità contributiva e se si è stati lavoratori dipendenti o autonomi. In particolare, le modifiche estensive prevedono due tipi di prestazioni: la prima è quella riconosciuta ai pensionati con un reddito lordo annuale fino a 9.787 euro, ma maggiorato del 30% (pari a 437 euro per coloro che hanno fino a 15 anni di contribuzione se dipendenti, oppure a 18 anni, se autonomi). Chi ha un’anzianità contributiva superiore, entro i 25 anni (28 per gli autonomi),  invece, riceverà 546 euro. L’importo sale a 655 euro se si ha un numero superiore di versamenti.  La seconda tipologia interesserà quei pensionati con le stesse caratteristiche, ma con un reddito lordo annuale entro i 13.049,14 euro.     

La quattordicesima è una somma aggiuntiva alla pensione corrisposta dall'Inps a luglio o a dicembre di ogni anno ed è stata introdotta dall'articolo 5, commi da 1 a 4, decreto-legge 2 luglio 2007, n. 81, convertito con modificazioni nella legge 3 agosto 2007, n. 127. Il pagamento viene effettuato d’ufficio per i pensionati di tutte le gestioni sulla base dei redditi degli anni precedenti.

Per coloro che perfezionano i requisiti entro il 31 luglio dell'anno di riferimento, la prestazione viene liquidata sulla rata pensionistica di luglio. Invece, per coloro che compiranno i 64 anni dal 1° agosto in poi, la prestazione economica verrà corrisposta con una successiva elaborazione sulla rata di dicembre dell'anno di riferimento.

L'Inps fa sapere che la quattordicesima viene riconosciuta in via provvisoria in presenza delle condizioni prescritte dalla legge, e viene successivamente verificata sulla base dei redditi consuntivi non appena disponibili.  L'Inps mette a disposizione un servizio online per la consultazione del cedolino che comprende anche la quattordicesima.