rss

Tutela maternità/paternità


Pagamento delle indennità, anche con sospensione dei contributi  
 


L’Inps pagherà le indennità maternità/paternità alle persone che risiedono nelle zone terremotate alle quali è stato sospeso l’obbligo di versamento contributivo
. Con il messaggio n. 1114 del 10 marzo scorso, l’Istituto risponde alle richieste di chiarimento circa il comportamento da adottare nei casi di richiesta di congedo di maternità/paternità da parte di soggetti che beneficiano del periodo di sospensione dell’obbligo di versamento contributivo disposto a seguito degli eventi sismici.

Pur ribadendo che, in assenza di regolarità contributiva, la tutela della maternità/paternità non può essere riconosciuta al richiedente, l’Istituto precisa che “considerata l’eccezionalità della situazione, si ritiene opportuno provvedere alla liquidazione delle relative indennità, salvo poi effettuare – ad opera delle sedi territorialmente competenti – un successivo controllo della regolarità contributiva al termine del predetto periodo di sospensione”.

Tuttavia, si legge nel messaggio “al termine del periodo di sospensione, i soggetti beneficiari delle predette indennità di maternità/paternità dovranno provvedere alla regolarizzazione della propria posizione contributiva. In caso contrario le strutture Inps territorialmente competenti si attiveranno per il recupero degli importi indebitamente erogati.