rss

Esperienze n. 07/06/04/2018

Se non visualizzi correttamente questo messaggio e-mail clicca qui
Welfare negato ancora agli immigrati regolari

Piccinini (Inca): Inps e Ministero del Lavoro applichino le sentenze 
Mentre l’Inps e ministero del lavoro si ostinano a negare l’accesso alle prestazioni di welfare agli immigrati sprovvisti di permesso da lungosoggiornante , i Tribunali, su sollecitazione dei ricorsi legali promossi da Inca e Cgil, continuano a consolidare un orientamento giurisprudenziale di segno totalmente opposto. L’ultima sentenza, emessa dal Tribunale ordinario di Teramo il 5 marzo scorso (n. 150), ha condannato l’Inps a pagare il bonus bebè ad un nigeriano, titolare di un permesso di soggiorno per motivi di lavoro e non di un permesso UE di lungo periodo. Dello stesso tenore è anche un altro verdetto del 23 novembre 2017 del Tribunale ordinario di Pescara (n.921) in merito al mancato riconoscimento dell’Assegno di maternità da parte del Comune di residenza ad una cittadina straniera non comunitaria, titolare di un permesso di soggiorno per motivi familiari e non del titolo di lungo periodo. Per Claudio Piccinini, coordinatore degli uffici Migrazioni e mobilità internazionale di Inca, "l’Inps e il  Ministero del lavoro hanno l’obbligo di interrompere immediatamente la condotta discriminatoria ai danni di cittadini stranieri rispettando e applicando integralmente le sentenze. Ciò consentirebbe di non prolungare all’infinito un contenzioso legale che comporta un costo insopportabile anche per la collettività”.         



Leggi articolo >
Inca nel mondo: in Argentina una rete per i giovani italiani

Da dicembre 2017 è partita una nuova ed importante iniziativa da parte dell’INCA CGIL in collaborazione con ITACA, che ha coinvolto anche la nostra sede di Buenos Aires. All’interno del progetto Sportello “Nuova Emigrazione” (avviato in ottobre a Barcellona, Bruxelles, Londra e Parigi) sono stati attivati 4 nuovi punti di assistenza, in altrettante cittá del mondo: Innsbruck, New York, Stoccolma e, appunto, Buenos Aires.


Leggi articolo >
Previdenza. Accordo Inca - CNPP Romania
Il 30 marzo scorso a Bucarest è stato firmato un Protocollo di collaborazione tra l’Ente previdenziale rumeno (Casa Nazionale delle Pensioni Pubbliche - CNPP) e l'Inca per facilitare l’accesso alle prestazioni di sicurezza sociale agli assicurati rumeni e italiani, che possono vantare diritti previdenziali e socio assistenziali in base alle normative vigenti.
Leggi articolo >
Visite fiscali. Esonerati da fasce orarie infortunati e tecnopatici 
I dipendenti pubblici che si assentano dal lavoro per un infortunio o per una malattia professionale sono esonerati dall’obbligo di rispettare le fasce orarie di reperibilità perché i relativi accertamenti sono e restano di competenza dell’Inail. Lo ha chiarito l’Ufficio legislativo del Ministero per la semplificazione e la pubblica amministrazione, con una nota del 20 febbraio scorso, rispondendo ad un quesito posto dall’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano (Fondazione IRCCS, Policlinico “San Matteo”), su indicazione dell’Inca e della Funzione Pubblica Cgil.
Leggi articolo >
Mortalità per mesotelioma pleurico in Italia
In Italia, nell’intero periodo analizzato 2003-2014, si sono verificati 13.051 decessi per mesotelioma pleurico (9.397 uomini e 3.654 donne), pari a 1,77 casi ogni 100.000 abitanti; il tasso Standardizzato tra gli uomini è pari a 2,98 per 100.000 abitanti e nelle donne a 0,86 per 100.000 abitanti. E' quanto emerge dal rapporto, curato da Pietro Comba e Lucia Fazzo, pubblicato dall'Istituto Superiore di Sanità.  Si tratta di uno strumento di notevole importanza per l’emersione delle patologie neoplastiche asbesto-correlate diverse dal mesotelioma.
Leggi articolo >
Patronato INCA CGIL - Sede Centrale
a cura di Lisa Bartoli - Area Comunicazione
Via G.Paisiello,43 - 00196 ROMA | Tel. +39 06 855631| Fax +39 06 85352740 | E-mail info@inca.it | C.F. 80131910582
Se non desideri ricevere in futuro la newsletter clicca qui | Copyright © Patronato Inca Cgil - tutti i diritti riservati