rss

Esperienze n.03/27/01/2017

Se non visualizzi correttamente questo messaggio e-mail clicca qui
La previdenza alla prova dei fatti

Piccinini (Inca): L’Inps torni ad essere un istituto al servizio dei cittadini   

Come se non bastasse l’eccessiva burocratizzazione dello Stato, che rende ogni diritto una palude di incertezze, per sanare errate applicazioni di leggi già esistenti, perpetrate continuamente dall’Inps senza neppure usare il buon senso, siamo arrivati ad avere bisogno di modifiche legislative, pur non necessarie, rendendo ancor più complesso il quadro legislativo previdenziale. E’ quanto è accaduto a proposito del pensionamento anticipato dei nati entro il 1952, per il quale non sono bastate le comunicazioni ministeriali. E’  stato, infatti, depositato presso la Commissione Lavoro della Camera il disegno di legge Ac 4196 per correggere la circolare dell’Inps n. 196/2016 che, con una interpretazione arbitraria e ingiustificatamente restrittiva, impedisce di fatto a molti lavoratori, soprattutto donne, di avvalersi della cosiddetta “norma eccezionale” di poter andare in pensione anticipata  a 64 e 7 mesi, in deroga alla normativa prevista nella legge Monti-Fornero.

Leggi articolo >
Pensioni/scuola: domande fino al 13 febbraio
Il Ministero delI’Istruzione, Università, Ricerca, con la nota n. 2718/2017, accogliendo le pressioni esercitate dalla Flc Cgil, ha prorogato ulteriormente il termine per le domande di cessazione dal servizio al 13 febbraio 2017. Tale termine vale anche per i beneficiari della settima salvaguardia (esodati), che hanno ricevuto la certificazione del diritto da parte dell’ Inps.

Leggi articolo >
Cassazione su diritto a pensione nel part time verticale ciclico
Ancora una volta l’Inps viene condannata a ricalcolare l’anzianità contributiva ad una lavoratrice in part time verticale ciclico, imponendogli di considerare ai fini del diritto a pensione anche l’intero periodo di Cassa integrazione. Questa volta a pronunciarsi in tal senso è il tribunale ordinario di Busto Arsizio, con la sentenza n. 16/2017 del 16 gennaio scorso.
Leggi articolo >
Fondo vittime gravi infortuni: gli importi una tantum a superstiti

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 16 gennaio il Decreto ministeriale che fissa i nuovi importi dei benefici del Fondo di sostegno delle vittime dei gravi infortuni, verificatisi tra il 1 gennaio 2016 e il 31 dicembre 2017. Si tratta del Fondo, istituito con legge finanziaria del 2007, con lo scopo di fornire un adeguato supporto ai familiari dei lavoratori, assicurati e non all’Inail, deceduti a causa di incidenti mortali sul lavoro. Sono quindi esclusi dal beneficio sia le malattie professionali, sia gli infortuni avvenuti prima del 1° gennaio 2007, anche se il decesso è avvenuto dopo tale data.    

Leggi articolo >
Assegno ordinario per i lavoratori del trasporto pubblico

Con il messaggio n. 209 del 17 gennaio scorso, l’Inps fornisce le istruzioni alle aziende di trasporto pubblico, con più di 5 dipendenti compresi gli apprendisti e interessate da processi di sospensione o riduzione di orario, per il pagamento diretto dell’assegno ordinario a favore dei lavoratori. Prestazione prevista dal Fondo di solidarietà, istituito con il Decreto interministeriale n. 86985 del 9 gennaio 2015 e pubblicato nella G.U. n. 52 del 4 marzo 2015. 

Leggi articolo >
Patronato INCA CGIL - Sede Centrale
a cura di Lisa Bartoli - Area Comunicazione
Via G.Paisiello,43 - 00196 ROMA | Tel. +39 06 855631| Fax +39 06 85352740 | E-mail info@inca.it | C.F. 80131910582
Se non desideri ricevere in futuro la newsletter clicca qui | Copyright © Patronato Inca Cgil - tutti i diritti riservati