rss

 

Premio alla nascita alle immigrate straniere

Inps in Appello, ma viene condannato per la seconda volta

L’Inps condannato anche in Appello: il premio alla nascita spetta a tutte le madri straniere regolarmente presenti in Italia,  sprovviste del permesso per lungosoggiornanti. Dopo l’ordinanza del Tribunale di Milano, che si è pronunciata a dicembre scorso su un ricorso promosso da Asgi, Apn e Fondazione Piccini, anche la Corte d’Appello del capoluogo lombardo il 23 marzo conferma l’orientamento espresso dal Tribunale di primo grado.


Premio alla nascita alle immigrate

L’Inps sblocca la procedura per le domande

A distanza di due mesi dalla condanna per condotta discriminatoria, l'Inps ha finalmente sbloccato le procedure telematiche per inoltro delle domande del premio  alla nascita di 800 euro “una tantum”, da parte delle immigrate anche sprovviste del permesso per lungosoggiornanti possono fare richiesta. 

Maternità: diritti negati alle madri straniere

Inca: "Premio alla nascita" ancora solo sulla carta

A più di un mese di distanza dall'ordinanza del Tribunale di Milano, che aveva condannato l’Inps per condotta "discriminatoria", l'Istituto non ha ancora sbloccato le procedure telematiche per consentire alle madri straniere, sprovviste del permesso di soggiorno di lungo periodo, di inoltrare le loro richieste. A denunciarlo è l’Inca che sottolinea come l’Inps “nonostante l’impegno espressamente assunto in una nota pubblicata sul sito istituzionale tre giorni dopo il verdetto (il 15 dicembre scorso), non ha dato alcun segnale in tal senso”. 

Premio alla nascita a madri straniere regolari

Chiarimenti di Inps, dopo ordinanza Tribunale di Milano

Dopo l’ordinanza del Tribunale di Milano, che ha censurato la condotta discriminatoria di Inps, con la quale veniva negato il premio alla nascita alle future mamme straniere sprovviste del permesso di soggiorno di lungo periodo, l’Istituto fa sapere di aver già interessato i Ministeri vigilanti e la Presidenza del Consiglio dei Ministri e che sta predisponendo i necessari interventi sulle procedure telematiche, in “ottemperanza all’ordinanza”     

Premio alla nascita negato alle immigrate

Tribunale di Milano, condotta discriminatoria di Inps

Il premio alla nascita spetta indistintamente a tutte le future madri, a prescindere dalla loro nazionalità e titolo di soggiorno, così come prevede la legge che lo ha istituito. Senza esitazioni, la magistratura torna ad occuparsi della condotta discriminatoria di Inps a danno degli immigrati, regolarmente presenti nel nostro paese, ordinando anche all’Istituto previdenziale “una idonea pubblicizzazione al riguardo (…) da effettuare a attraverso la pubblicazione di una nota informativa sull’home page del sito internet dell’Inps”, ma anche modificando i moduli di presentazione delle richieste di accesso al beneficio.   

RSS
12