rss

 

Riduzione contributiva nel settore dell’edilizia per il 2016
/ Categorie: Home, IncaMondo

Riduzione contributiva nel settore dell’edilizia per il 2016

L’articolo 29 del decreto legge 23 giugno 1995 n. 244 e dalle sue successive integrazioni prevede che entro il 31 luglio di ogni anno il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali confermi o ridetermini la misura dello sgravio contributivo nel settore dell’edilizia, mediante decreto assunto di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze. La normativa prevede, che decorsi 30 giorni dal 31 luglio e sino all'adozione del decreto si applichi la riduzione già determinata per l'anno precedente, salvo conguaglio. Con il messaggio n. 3358 del 10 agosto 2016, l'Inps avverte che, poiché nel periodo suddetto il decreto non è intervenuto, dal 1° settembre 2016 le aziende potranno inoltrare l’istanza per accedere al beneficio nella misura fissata per il 2015, pari al 11,50%.

L'Inps ricorda, inoltre, che hanno diritto all’agevolazione contributiva i datori di lavoro classificati nel settore industria con determinati codici statistici contributivi e ne sono escluse le attività edili che curano le opere di installazione di impianti elettrici, idraulici e altri lavori simili, contraddistinte da codici non autorizzati.
Lo sgravio fiscale è applicabile per i periodi di paga da gennaio a dicembre 2016. Le istanze finalizzate all’applicazione della riduzione contributiva nel settore dell’edilizia relativamente all’anno 2016 devono essere inviate esclusivamente in via telematica avvalendosi del modulo “Rid-Edil”, disponibile all’interno del cassetto previdenziale aziende, nella sezione “comunicazioni on-line”, funzionalità “invio nuova comunicazione”.

Articolo Precedente Economia: Federconsumatori e Adusbef, serve un piano straordinario per il lavoro
Articolo Successivo Ammortizzatori in deroga nella pesca. Inps, liquidazione istanze del 2015
Stampa

Nome:
Posta elettronica:
Oggetto:
Messaggio:
x