rss

 

Lavoro in sicurezza: per costruire il futuro
/ Categorie: Home, IncaMondo

Lavoro in sicurezza: per costruire il futuro

1° MAGGIO dei sindacati ai tempi di Covid-19

“Lavoro in Sicurezza: per Costruire il Futuro”: è questo lo slogan che CGIL, CISL e UIL hanno scelto quest’anno per la giornata del Primo Maggio. In seguito al protrarsi dell’emergenza COVID-19, le tre Confederazioni hanno già comunicato nei giorni scorsi l’annullamento della manifestazione nazionale prevista quest’anno a Padova, così come non potrà svolgersi la trentesima edizione del Concertone in piazza San Giovanni a Roma.

“È importante che il lavoro resti protagonista anche e soprattutto in occasione di questo primo Maggio – affermano Cgil, Cisl e Uil – perché il lavoro è la leva fondamentale per restituire una prospettiva credibile per il futuro del nostro Paese e di coloro che rappresentiamo”. I tre leader sindacali Maurizio Landini, Anna Maria Furlan e Carmelo Barbagallo parteciperanno il Primo Maggio in diretta alle 12.20 su Rai Tre ad uno speciale del Tg3 sui temi del lavoro, della ripresa produttiva e dell’emergenza sanitaria. In serata i tre leader parteciperanno sempre su Rai Tre, al grande evento musicale, in programma dalle 20.00 alle 24.00, realizzato dalla Rai e promosso da Cgil, Cisl, Uil con collegamenti, riflessioni e testimonianze sul lavoro e tanti ospiti musicali che suoneranno dal vivo selezionati da iCompany con la direzione artistica di Massimo Bonelli.

LA LETTERA ALLE STRUTTURE DI CGIL, CISL, UIL FIRMATA DAI SEGRETARI ORGANIZZATIVI

La lettera sul Primo Maggio alle strutture sindacali da parte delle rispettive segreterie di Cgil, Cisl, Uil è firmata dai responsabili dell’organizzazione: Per la Cgil Nino Baseotto, per la Cisl Giorgio Graziani e per la Uil Pier Paolo Bombardieri

“Care amiche e cari amici, care compagne e cari compagni, il prossimo Primo Maggio cadrà nel contesto di un Paese ancora impegnato a contrastare un’emergenza sanitaria difficile e drammatica. Non avremo, come tutti sappiamo, la possibilità di essere, come sempre, nelle piazze italiane e non potrà svolgersi la trentesima edizione del Concertone in piazza San Giovanni a Roma.

Abbiamo in queste settimane lavorato unitariamente per costruire le condizioni che, nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti, consentissero di celebrare la Festa dei Lavoratori, dando forza ai temi e alle proposte che in queste settimane dominate dalla pandemia sono state il cardine delle posizioni espresse in ogni sede da parte di Cgil, Cisl, Uil.

Innanzitutto, abbiamo scelto uno slogan per questo Primo Maggio, rappresentato nella locandina: “Il lavoro in sicurezza per costruire il futuro” è il tema che caratterizzerà ogninostra iniziativa o intervento, ad ogni livello ed in ogni sede.

In questo contesto, in accordo con la RAI abbiamo definito all’interno del palinsesto di RAI 3 nella giornata del Primo Maggio, due appuntamenti di grande rilevanza: dalle ore 12,20 alle 13 edizione straordinaria del TG3 dedicata alla Festa dei Lavoratori, con interviste ai nostri tre Segretari generali, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo;  dalle 20 alle 24, sempre su RAI 3, edizione straordinaria del Concertone con un evento televisivo, condotto da Ambra Angiolini, che terrà insieme le riflessioni dei Segretari generali Cgil, Cisl, Uil, di altre personalità italiane e internazionali, di una decina di testimonianze di lavoratrici e lavoratori ed il contributo musicale di un cast di artisti di altissimo livello.


Chiediamo a tutte le Strutture di darne massima diffusione possibile, utilizzando tutti gli strumenti disponibili in questa situazione straordinaria e difficile: social, siti web, locandine davanti alle nostre sedi,mail e messaggi alle nostre iscritte ed ai nostri iscritti, sensibilizzazione dei media locali, ecc.In allegato trovate l’immagine della locandina nei formati per la stampa e per i social.È importante che il lavoro resti protagonista anche e soprattutto in occasione di questo Primo Maggio: perché il lavoro è la leva fondamentale restituire una prospettiva credibile per il futuro del nostro Paese e di coloro che rappresentiamo. Un caro saluto ed un augurio fraterno di buon lavoro”.

Articolo Precedente Covid-19, fase 2: Cgil, nuovo accordo su salute e sicurezza
Articolo Successivo Cgil Genova: vent’anni di impegno su sicurezza
Stampa

Nome:
Posta elettronica:
Oggetto:
Messaggio:
x