rss

 

Pensione anticipata per ex esposti amianto

Pensione anticipata per ex esposti amianto

Cgil Caserta: benefici previdenziali per i lavoratori Firema

I lavoratori della Firema (azienda casertana che produce carrozze ferroviarie), che hanno subito a causa del loro lavoro una esposizione prolungata all'amianto, si vedranno riconosciuti i benefici previdenziali dall'Inps, che permetterà loro di raggiungere con qualche anno di anticipo i requisiti per la pensione. Lo annuncia la Cgil di Caserta, che ha intrapreso da quasi 20 anni la battaglia perché ai dipendenti Firema, molti dei quali di età avanzata e ancora in servizio - decine quelli ammalitisi a causa dell'esposizione - fossero riconosciuti i benefici previsti dalla legge 205 del 2017; in media ogni lavoratore potrà lavorare cinque anni in meno. 

Nel darne notizia, Matteo Coppola, Segretario generale della Cgil di Caserta non nasconde la soddisfazione pr una "battaglia avviata negli anni 90, nella perplessità di molti, con Fiom e Cgil di Caserta in prima linea e parte civile nei processi ancora in corso". Sulla questione amianto alla Firema è infatti aperto un procedimento per omicidio colposo al tribunale di Santa Maria Capua Vetere, a carico di alcuni dirigenti dell'azienda, che vede come parti offese decine di lavoratori, colpiti da patologie collegate all'amianto ma anche i parenti dei dipendenti morti per malattie sempre legate all'esposizione all'amianto: 19 i lavoratori morti, 82 quelli malati. Per tali fatti, il sette marzo scorso, il Gup del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha rinviato a giudizio otto ex dirigenti della Firema, che erano stati assolti nel primo processo in cui la procura avegva contestato il più lieve reato di rimozione e omissione dolosa di cautele contro infortuni sul lavoro. Il dibattimento inizierà il 9 gennaio 2020.

Il provvedimento che permetteva ai lavoratori di andare in pensione prima era molto atteso, spiega Coppola: "riguarda il periodo della bonifica dall'amianto della Firema, avvenuto a metà anni 90. I dipendenti avevano già avuto un primo riconoscimento nel 1991, ma mancava questo secondo periodo".
Articolo Precedente Diritto di famiglia: Associazioni contro ddl Pillon
Articolo Successivo Part time ciclico verticale e anzianità contributi
Stampa

Nome:
Posta elettronica:
Oggetto:
Messaggio:
x