rss

 

Sanità: ogni giorno 10 aggressioni a operatori
/ Categorie: Home, IncaMondo

Sanità: ogni giorno 10 aggressioni a operatori

Le donne le più colpite

In crescita minacce, insulti e violenze fisiche ai danni di medici e operatori sanitari, sempre più stanchi di questo clima e sempre più impauriti, come dimostra l'ultimo caso di aggressione a due dottoresse dell'ospedale San Giovanni di Roma, minacciate con un bisturi. Sono oltre 1.200, in media, le denunce 'ufficiali' all'Inail ogni anno per aggressioni fisiche e verbali agli operatori sanitari. Ma le stime indicano ben 10 casi al giorno a livello nazionale, considerando che sono ancora molti gli operatori che non denunciano.

Questa inchiesta, condotta dalla Federazione nazionale degli Ordini dei Medici chirurgici e degli odontoiatrici (Fnomceo), e anticipata dal Labitalia(Adnkronos), segue altri studi già realizzati dalla Cgil sul tema. Ancora una volta, è il Sud ad essere maggiormente interessato dal fenomeno, con il 72% degli episodi.  E ad essere particolarmente colpite sono le donne: nel 70% dei casi sono loro le vittime. Tra i profili più colpiti i medici di Pronto soccorso e guardia medica (80,2%), psichiatria (34,12%) e Ser.T (20,26%).

Una situazione che ha risvolti psico-fisici pesanti. I medici come gli altri operatori sanitari, si dicono, infatti, stanchi e impauriti per la sensazione di insicurezza che si respira nei pronto soccorso e nei reparti. Come indica l'indagine promossa tra i camici bianchi e operatori nei mesi scorsi sempre dalla Fnomceo: il 50% degli intervistati ha subito, nell'ultimo anno, aggressioni verbali; il 4% è stato vittima di violenza fisica; più del 56% di chi ha subito violenza ritiene "che l'aggressione potesse essere prevista", anche se il 78% degli intervistati "non sa se esistano o meno procedure aziendali per prevenire o gestire gli atti di violenza". Oltre il 38% degli operatori sanitari "si sente poco o per nulla al sicuro" e più del 46% è "abbastanza o molto preoccupato di subire aggressioni".
Articolo Precedente Pensioni superiori a 100mila euro lordi annui
Articolo Successivo Congresso Ces. Cgil, serve Europa nuova
Stampa

Nome:
Posta elettronica:
Oggetto:
Messaggio:
x