rss

 

Bonus bebé negato a migranti
/ Categorie: Migrazioni, Home, IncaMondo

Bonus bebé negato a migranti

Corte d'Appello boccia delibera Regione Lombardia

La Corte d'Appello di Milano ha dichiarato il "carattere discriminatorio" di una delibera della Giunta regionale lombarda dell'ottobre 2015 "nella parte in cui prevede, ai fini dell'accesso al cosiddetto 'bonus bebe' regionale, il requisito dei cinque anni continuativi di residenza" di entrambi "i genitori del nuovo nato". 

Nel procedimento, scaturito dal ricorso dell'Associazione studi giuridici sull'immigrazione e di "Avvocati per niente onlus", i giudici della sezione Lavoro (presidente del collegio Monica Vitali) con il dispositivo della sentenza ordinano anche alla Regione Lombardia di "modificare" la delibera con "l'abolizione" del requisito dei cinque anni continuativi di residenza e "di riaprire i termini per la presentazione delle domande", a cui sono interessati soprattutto gli immigrati. 

A dicembre la Corte d'Appello di Milano aveva dichiarato anche il "carattere discriminatorio" di un'altra delibera della Regione Lombardia di quattro anni fa che ha previsto per l'accesso al 'Fondo sostegno affitti' per i cittadini "extra Ue" i requisiti "dell'esercizio di una regolare attività" di lavoro e della residenza da almeno 10 anni in Italia e da almeno 5 nella regione.
Articolo Precedente Reddito di Cittadinanza: incontro Inps e Caf
Articolo Successivo Comparto Sicurezza
Stampa

Nome:
Posta elettronica:
Oggetto:
Messaggio:
x