rss

 

Eutanasia. Cgil, decisione Consulta passo avanti
/ Categorie: Home, IncaMondo

Eutanasia. Cgil, decisione Consulta passo avanti

Toniollo, ora il Parlamento decida

“Il pronunciamento della Corte Costituzionale, che dà un anno di tempo al Parlamento per esprimersi sull'autodeterminazione nel fine vita, è un altro risultato di grande importanza dopo la vittoria sul biotestamento. Ora le Camere decidano in coscienza e in tempi brevi”. È quanto dichiara la responsabile dell'Ufficio Nuovi Diritti della Cgil nazionale, Maria Gigliola Toniollo.

La decisione di ieri, sottolinea Toniollo, “è un passo avanti che il mondo civile deve al coraggio e alla determinazione di Fabiano Antoniani, di chi lo ha assistito e delle tante persone malate come Luca Coscioni, Piergiorgio Welby, Dominique Velati e Davide Trentini, che in questi quindici anni, difendendo le proprie speranze di libertà, hanno difeso le istanze di libertà per tutti”.

“Restiamo in attesa - aggiunge la dirigente sindacale - di un altro imminente processo in Corte d'Assise a Massa Carrara a Marco Cappato e a Mina Welby per la morte di Davide Trentini. Ci auguriamo che chi aiuta le persone in condizioni di sofferenza insopportabile a interrompere la loro vita nella maggiore serenità possibile, non venga imputato per istigazione e aiuto al suicidio e sottoposto a condanne a seguito delle norme di un vecchio codice fascista”.

“Inoltre auspichiamo - conclude Toniollo - che per un tema tanto delicato e condiviso, il Parlamento abbandoni le schermaglie partitiche e le inaccettabili miserie di un modo di dibattere in aula a cui non riusciremo mai ad abituarci, per discutere e decidere rapidamente”.

Articolo Precedente Povertà. Reddito di Inclusione (ReI)
Articolo Successivo Lavoro. Corte Ue, contro abusi contratti a termine
Stampa

Nome:
Posta elettronica:
Oggetto:
Messaggio:
x