rss

 

Scuole sicure
/ Categorie: Home, IncaMondo

Scuole sicure

Flc-Cgil, rincorrere l'emergenza è politica miope

"Sicurezza delle scuole: una scena già vista che si ripresenta ogni anno a inizio delle attività didattiche". È il monito della Flc-Cgil che sottolinea come "l'edilizia scolastica debba essere una priorità" e che "rincorrere l'emergenza è politica miope". 

"A novembre 2012, in occasione dei dieci anni dalla tragedia di San Giuliano di Puglia - evidenzia la Cgil - abbiamo fatto proposte di merito e chiesto con forza la costituzione di un tavolo permanente di coordinamento tra tutti i soggetti istituzionali coinvolti a livello regionale. Siamo però rimasti inascoltati. Possibile mai che i nostri amministratori si ricordino dell'apertura delle scuole solo una settimana prima del suono della campanella?" si chiede e chiede il sindacato. 

"La situazione che si sta vivendo in questi giorni ad Isernia ed a Campobasso è ingiustificabile e richiama a responsabilità ben precise da parte delle Amministrazioni regionali, provinciali e comunali. "Chi amministra la cosa pubblica - prosegue il sindacato - ha il compito di dare risposte certe, rigorose e immediate a genitori, alunni e lavoratori delle scuole in questione, in modo che l'anno scolastico possa iniziare con  tranquillità. Gli studenti hanno bisogno di spazi adeguati e di tempi distesi per studiare nel rispetto dell'esigenza primaria della sicurezza e del diritto all'istruzione. I docenti devono poter programmare l'offerta formativa con regole certe ed in strutture a norma. Mentre in regione mancano: l'anagrafe delle scuole, il piano di dimensionamento e persino l'assessore all'istruzione".

Articolo Precedente Referendum
Articolo Successivo Pensioni. Confronto Sindacati Governo
Stampa

Nome:
Posta elettronica:
Oggetto:
Messaggio:
x