rss

 

“BienvenITA” e Sportello “Nuova Emigrazione”
/ Categorie: Home, IncaMondo

“BienvenITA” e Sportello “Nuova Emigrazione”

In Argentina, una rete di supporto ai giovani italiani


di Andrea Pedemonte

Da dicembre 2017 è partita una nuova ed importante iniziativa da parte dell’INCA CGIL in collaborazione con ITACA, che ha coinvolto anche la nostra sede di Buenos Aires. All’interno del progetto Sportello “Nuova Emigrazione” (avviato in ottobre a Barcellona, Bruxelles, Londra e Parigi) sono stati attivati 4 nuovi punti di assistenza, in altrettante cittá del mondo: Innsbruck, New York, Stoccolma e, appunto, Buenos Aires.


Si tratta di una grande iniziativa di supporto dedicata ai giovani italiani che vivono o intendono trasferirsi in Argentina. Lo Sportello “Nuova Emigrazione”, infatti, ha lo scopo di aiutare l’inserimento  di connazionali nel nuovo Paese di emigrazione, attraverso l’orientamento in merito alle principali problematicità che essi possono incontrare, oltre che alle modalità per l'inserimento – lavorativo, sociale e culturale – nella nuova realtà.

La sede del Patronato Inca di Buenos Aires già da luglio 2016 aveva avviato il progetto BienvenITA - Servizi di accoglienza ed orientamento in favore dei giovani italiani immigrati in Argentina come risposta al costante aumento di richieste di orientamento per l’inserimento in Argentina dei nuovi italiani, soprattutto giovani, che negli ultimi anni hanno ricominciato ad emigrare a causa della grave crisi economica europea. Si tratta di un’iniziativa di rete promossa dai Patronati INCA-CGIL ed INAPA–Confartigianato/CISP, assieme ad AGISCO/FACA in collaborazione con l’Ambasciata ed il Consolato Generale d’Italia di Buenos Aires.

La finalità di BienveITA è offrire servizi di orientamento per contribuire all’inclusione culturale, sociale ed economica dei cittadini italiani che emigrano in Argentina, aumentando le loro possibilità di inserimento nel contesto educativo, lavorativo ed imprenditoriale dell’Area Metropolitana di Buenos Aires e rafforzando al tempo stesso il loro rapporto con la collettività e le Istituzioni italiane presenti sul territorio. I servizi offerti includono sia l’orientamento relativo alle pratiche per i permessi di soggiorno e la radicazione, sia quello indirizzato a facilitare la risoluzione di problematiche relative a categorie specifiche quali, ad esempio, gli studenti, i lavoratori dipendenti o gli autonomi, in modo da contribuire a ridurre i casi di coloro che vivono in Argentina in modo precario e favorendone invece la permanenza regolare e la completa integrazione nella vita civile e lavorativa. Al tempo stesso, attraverso il progetto, si vogliono valorizzare le competenze e le capacità dei nuovi migranti italiani, trasformandoli in una opportunità ed un arricchimento anche per il paese che li ospita, attivando un supporto concreto attraverso una rete che offra informazioni e visibilizzi opportunità. 

In pochi posti al mondo, come in Argentina, è presente una così vasta comunità italiana composta non solo di persone (italiani e discendenti, oriundi e nuovi emigrati) ma anche di Istituzioni, Associazioni, Patronati, enti formativi, imprenditoriali e culturali. Tutte queste realtà, nate per rispondere ai bisogni della migrazione post seconda guerra mondiale ed alle esigenze e ai desideri di italiani ormai stabilitisi in Argentina, si trovano ora a dover affrontare una grande sfida: un cambiamento interno, di visione ed attività, per riuscire ad intercettare e soddisfare le nuove richieste provenienti dai giovani italiani emigrati. Il rapporto «Italiani nel mondo 2016» della Fondazione Migrantes, illustra e conferma una realtà in cui sempre più giovani italiani emigrano al di fuori del proprio Paese di origine e a prevalere tra le destinazione è proprio l’Argentina, che risulta aver ospitato nel 2015 783.000 italiani, con un aumento record di ventinovemila unità rispetto all'anno precedente.

La strategia del progetto BienveITA è quella di valorizzare e mettere in rete queste molteplici realtà, da un lato aiutandole nel rispondere alle nuove esigenze della giovane comunità italiana e dall’altra proponendosi come punto di riferimento per le Istituzioni italiane ed argentine che entrano in relazione con la nuova emigrazione italiana: uno spazio di condivisione in grado di riunire esperienze e conoscenze e di promuovere l’elaborazione di nuove proposte di progetti e servizi che rispondano alle esigenze identificate.

La modalità operativa del progetto BienveITA prevede tre sportelli informativi, uno presso ciascun ente implementatore, e la costituzione di una rete di soggetti collaboratori che mettano a disposizione informazioni chiare ed affidabili, contatti ed indicazioni. Da ottobre 2017 é inoltre attivo un quarto sportello presso l’edificio dove ha sede l’Universitá di Bologna a Buenos Aires.

Lo Staff di BienvenITA é sempre presente durante quegli eventi e le iniziative che vedono coinvolta la comunità italiana, in modo da ampliare la diffusione e continuare a tessere la rete di soggetti e servizi ai fini di migliorare il sistema di accoglienza ed integrazione. Si tratta inoltre della possibilità, come Patronati, di aprirsi ad una funzione che qui in Argentina si configura come ancora nuova e tutta da esplorare e cioè i servizi diretti agli immigrati di nuova generazione.

Il grande numero di immigrati italiani che ancora scelgono questo Paese, il rinnovamento delle relazioni istituzionali dei mesi scorsi, l’entusiasmo con cui le iniziative presentate sono state accolte e l’adesione di numerosi altri Enti e realtà, dimostrano che il legame tra questi due Paesi é ancora molto forte ed allo stesso tempo richiamano alla comprensione di una nuova realtà migratoria così diversa dalle ondate storiche che l’hanno preceduta, ma che merita attenzione e supporto per la sua capacità di raccontare l’Europa e l’Argentina di oggi e per le potenzialitá che ogni migrazione racchiude in sé.

Data l’affinità di obiettivi e il pubblico a cui si rivolge, lo sportello BienvenITA è entrato, dallo scorso dicembre, a far parte del progetto più ampio Sportello “Nuova Emigrazione” lanciato a livello mondiale da INCA CGIL e ITACA. Questo consentirà di poter implementare l’iniziativa in un’ottica di rete internazionale anche con l’obiettivo di scambiarsi buone prassi e di ampliare la tipologia ed il numero di migranti assistiti: non solo italiani ma anche argentini che intendono trasferirsi in altri Paesi, soprattutto europei.

Lo sportello è aperto tutti i martedì dalle 8.30 alle 13.00 presso la sede del Patronato INCA in Via Tacuarí 445, nel pieno centro di Buenos Aires.

Per ulteriori informazioni, vi invitiamo a visitare la pagina web www.bienvenita.org e a mettersi in contatto con gli operatori via mail, scrivendo a sportellobuenosaires@inca.it

Dettagli e indirizzi dello sportello di Buenos Aires qui.



Articolo Precedente APE Sociale dopo la legge di bilancio 2018
Articolo Successivo Mortalità per mesotelioma pleurico in Italia
Stampa

Nome:
Posta elettronica:
Oggetto:
Messaggio:
x