rss

 

A sostegno delle donne vittime di violenza
/ Categorie: Home, IncaMondo

A sostegno delle donne vittime di violenza

Siglato accordo tra Assolombarda e Cgil, Cisl, Uil

Siglato un accordo tra Assolombarda e sindacati Cgil, Cisl e Uil per sostenere le attività di assistenza alle donne vittime di violenza e molestia. L'intesa consiste in una raccolta fondi a favore di tre reti territoriali: la rete anti violenza del Comune di Milano, la rete interistituzionale del territorio Adda Martesana e la rete sovranazionale di Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni.

Nel 'Fondo 8 marzo', a partire dal prossimo mese e fino al 30 aprile, confluiranno i contributi volontari, pari a un'ora di lavoro, dei dipendenti delle imprese associate e di Assolombarda che vorranno partecipare all'iniziativa, ai quali si aggiungerà un complessivo corrispondente importo da parte delle rispettive aziende.

“Il nostro è un impegno sociale, io credo che oggigiorno noi non siamo più dei semplici operatori economici, gli imprenditori devono diventare anche degli operatori sociali - spiega Carlo Bonomi, presidente di Assolombarda -. Il tema della violenza sulle donne è purtroppo molto attuale e credo che su questo dobbiamo intervenire. L'accordo che noi sigliamo oggi con i sindacati è veramente importante. Insieme lavoriamo per sensibilizzare sul tema e per mettere a disposizione delle risorse per i centri anti violenza".

L'attualità del tema è testimoniata dalla recente indagine Istat secondo cui sono otto milioni e 816 mila (il 43,6%) le donne tra i 14 e i 65 anni che nel corso della vita hanno subito una qualche forma di molestia. Più di tre milioni (15,4%) negli ultimi tre anni e più di un milione (il 7%) negli ultimi dodici mesi.

In occasione della sigla dell'accordo è stato presentato l'Advisory Board di Assolombarda dedicato alla responsabilità sociale delle imprese e presieduto da Gabriella Magnoni Dompè, Cavaliere della Repubblica per meriti sociali. Attraverso progetti mirati, intende rispondere ai bisogni delle fasce più esposte della popolazione, dei giovani e delle donne e valorizzare il patrimonio artistico, storico e culturale del territorio. "Per noi questo accordo con i sindacati non è che il punto di partenza di tanti altri progetti a cui lavoreremo con impegno e convinzione a beneficio della nostra città e dei suoi cittadini" - spiega Magnoni Dompè -. In occasione dell'8 marzo le aziende che aderiranno all'accordo potranno utilizzare il logo sui propri mezzi di comunicazione e partirà una campagna di sensibilizzazione culturale il cui obiettivo è ricordarci che le donne vanno tutelate non solo in occasioni simboliche, ma tutto l'anno".


Articolo Precedente Pensioni in cumulo professionisti
Articolo Successivo Teatro di Roma: lavoratori in stato di agitazione
Stampa

Nome:
Posta elettronica:
Oggetto:
Messaggio:
x