rss

 

Molestie sessuali: oltre 8 milioni le donne colpite
/ Categorie: Home, IncaMondo

Molestie sessuali: oltre 8 milioni le donne colpite

Camusso, c’è troppa indifferenza generale

Secondo l’Istat sono 8 milioni e 816 mila le donne interessate nella loro vita da qualche forma di molestia sessuale. E’ il dato più inquietante contenuto nel report, diffuso oggi dall’Istituto di statistica, che ha analizzato il fenomeno dentro e fuori i luoghi di lavoro.

In particolare, sono 1 milione e 404mila le lavoratrici che hanno  subito molestie fisiche o ricatti sessuali, di  cui 425mila (2,7%) negli ultimi tre anni. Quasi tutte, nel corso della vita (1 milione 173mila  donne) dichiarano di essere state vittime per essere assunte, per mantenere il posto di lavoro o per ottenere progressioni nella carriera; 167mila i casi negli ultimi tre anni (l'1,1%); al momento dell'assunzione ne sono state colpite più frequentemente le donne impiegate (37,6%) o le lavoratrici nel settore del commercio e dei servizi (30,4%).

La quota maggiore delle vittime lavorava o cercava lavoro nel settore delle attività professionali, scientifiche e tecniche (20%) e in quello del lavoro domestico (18,2%). Nell'11,3% dei casi le donne vittime hanno subito più ricatti dalla stessa persona e il 32,4% dei ricatti viene ripetuto quotidianamente o più volte alla settimana.

Nonostante la grande maggioranza delle vittime (69,6%) ritiene molto o abbastanza grave il ricatto subito, nell'80,9% dei casi, non ne hanno parlato con alcuno sul posto di lavoro e quasi nessuna ha denunciato il fatto alle Forze dell'Ordine. Per il segretario generale della Cgil è necessario “ricominciare a fare una seria azione di ricostruzione dei luoghi di lavori, dei punti di ascolto e della capacità di attenzione, perché dimensioni di questo tipo dicono di un eccesso di indifferenza generale".


Articolo Precedente Alternanza scuola/lavoro: per lo più dequalificata
Articolo Successivo Molestie sessuali
Stampa

Nome:
Posta elettronica:
Oggetto:
Messaggio:
x