rss

 

Lavoro a Palermo: occupati in forte calo
/ Categorie: Home, IncaMondo

Lavoro a Palermo: occupati in forte calo

In dieci anni diminuzione del 13,3%

Nel 2016, gli occupati sono diminuiti del 2,7 per cento, passando da 188mila a 183mila, ma rispetto al 2006, il calo è stato del 13,3%. A scattare la fotografia del mercato del lavoro a Palermo è l'edizione 2016 del Repertorio statistico del Comune, nel quale si sottolinea come il tasso di occupazione nell’ultimo decennio ha raggiunto il livello più basso, pari al 40,1%, in diminuzione di un punto percentuale rispetto al 2015, e di 5,6 punti percentuali rispetto a dieci anni fa.

Dal confronto con le altre grandi città emerge la netta contrapposizione fra quelle del centro-nord, con tassi di occupazione che vanno dal 62,9 per cento di Torino al 71 per cento di Bologna, e le città del mezzogiorno, con percentuali che oscillano dal 37,5 per cento di Napoli al 46,5 per cento di Bari. Il dato di Palermo è, dopo quello di Napoli, il più basso fra tutte le grandi città.

Altrettanto sconfortanti le percentuali relative alla disoccupazione: nel 2016, solo a Palermo i disoccupati sono cresciuti, passando da 48mila nel 2015 a 51mila nel 2016, con un incremento del 6,8 per cento. Rispetto al 2006, quando i disoccupati erano 49mila, si registra, invece, un incremento del 3,7 per cento con un tasso di disoccupazione pari al 21,9 per cento nel 2016, in aumento di 1,5 punti percentuali rispetto al 2015 e di 2,9 punti percentuali rispetto al 2006. Il tasso di disoccupazione di Palermo è, fra tutte le grandi città, il quarto valore più elevato, dopo Messina, Catania e Napoli. A livello nazionale, il tasso di disoccupazione nel 2015 è risultato pari all'11,7 per cento, in Sicilia al 22,1 per cento e in provincia di Palermo al 25,1 per cento.


Articolo Precedente Morti sul lavoro. 2017: denunce in aumento
Articolo Successivo Sanità. Fp Cgil, riprende la “Cura dei diritti"
Stampa

Nome:
Posta elettronica:
Oggetto:
Messaggio:
x