rss

  
    

News

  • Regno Unito  e Germania vogliono entrambi introdurre un maggiore controllo all’accesso dei migranti ai servizi sociali e sanitari europei, secondo il deputato tedesco Stephan Mayer, che era a Londra in questi giorni per sostenere la campagna contro il cosiddetto “turismo sociale” in Europa.

  • La Fondazione Centro studi e iniziative per la Riforma  dello Stato – Archivio Pietro Ingrao, con l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e il Patrocinio della Presidenza del Senato, della Presidenza della Camera dei Deputati, della Regione Lazio e di Roma Capitale,  organizzano un ricco programma di iniziative per la celebrazione de “I cento anni di Pietro Ingrao”, che ricorrono il 30 marzo 2015.

  • Il Sindaco di Genova Marco Doria ha aggiunto la sua firma alle oltre mille già raccolte in Liguria a sostegno di una proposta di Legge di Iniziativa Popolare per l’Istituzione di un Dipartimento della Difesa Civile non armata e nonviolenta promossa dalla Campagna nazionale Un’altra difesa è possibile.

  • Venerdì 27 marzo, a partire dalle ore 11.30, RadioArticolo1 (www.radioarticolo1.it) seguirà in diretta streaming l’iniziativa dello Spi Cgil, “Pensieri e pensioni”.

  • Si è tenuto ieri a Tunisi un incontro per la verifica e il rinnovo dell'accordo di collaborazione tra Inca Cgil Tunisia e Ugtt di Mahdia. Presenti all'incontro, per la Cgil Sergio Bassoli, per l'UGTT Sadok Ben Hassine, per INCA Claudio Piccinini,  Mustafa Laaouini e le operatrici Hanen e Badra che operano per conto del patronato della Cgil a Madhia e Tunisi.
  • Il 10 e 11 marzo 2015 il Comitato esecutivo della CES (Confederazione europea dei sindacati) ha adottato una serie di raccomandazioni ai governi nazionali e all'Unione europea su come superare gli ostacoli alla mobilità dei lavoratori frontalieri, ossia
    dei cittadini di uno Stato membro che lavorano sul territorio di un altro Stato membro, e ritornano al luogo di residenza almeno una volta alla settimana.

  • Rompere la solitudine di chi si è ammalato, creare una rete di solidarietà per i parenti delle vittime, ma soprattutto trasformare la rabbia in azione consapevole. Sono questi gli obiettivi dell’Associazione familiari e vittime dell’amianto Emilia Romagna, nata nei giorni scorsi per volontà della Cgil regionale, dei lavoratori delle Officine grandi riparazioni Fs di Bologna e degli ex dipendenti dello stabilimento Eternit di Rubiera (Reggio Emilia), attivo dal 1961 al 1992.